Genertel
Indietro

Come godervi la vostra prossima vacanza grazie al “vivere lento”

Rallentate i ritmi e godetevi veramente il viaggio
Team Genertel
#Salute e Benessere

12/05/2022

-

Tempo di lettura: 3 minuti
Quando si tratta di viaggiare, le persone sono sempre più sensibili ai benefici ambientali ed emotivi che derivano dal rallentare i ritmi e godersi veramente il viaggio.

Volete tornare da una vacanza sentendovi ristorati, riposati e rigenerati? Allora perché non provate a fare il vostro prossimo viaggio all’insegna del vivere lento? Ponendo l’accento sull’instaurazione di legami – con cibi, persone e luoghi – consideriamo in che modo i principi del viaggiare lento possono aiutarvi a organizzare un itinerario più tranquillo.

1. Diventate per una settimana una persona del posto
Invece di fare un tour mordi e fuggi di diverse città, scegliete una destinazione e restateci per tutto il tempo della vacanza per conoscerla davvero in profondità. Prenotare un alloggio con uso cucina o una sistemazione Airbnb può davvero accrescere la sensazione di sentirsi a casa. Inoltre, diversi siti web consentono di scambiarsi l’abitazione con altre famiglie, in patria o all’estero, il che può contribuire a ridurre i costi di soggiorno.

2. Viaggiate con diverse modalità di trasporto
Il viaggiare lento può anche essere un viaggiare ecologico. Spostandovi con treno, traghetto e autobus invece che con l’aereo, ridurrete la vostra impronta di carbonio e sarete più gentili nei confronti dell’ambiente. E inoltre avrete la possibilità di ammirare il paesaggio lungo il tragitto.

3. Fate volontariato o prendete lezioni mentre siete via
Entrate in contatto con le persone e lasciate il segno nei luoghi che visitate cercando iniziative locali a cui potete partecipare. Imparare a cucinare la pasta in Italia, lavorare a progetti di conservazione della natura in Costa Rica oppure contribuire a migliorare la qualità di vita delle persone che vivono nei villaggi rurali in Tanzania – vi aspetta un mondo intero di esperienze gratificanti e arricchenti.

4. Scovate attrazioni turistiche alternative meno affollate
Con tanti luoghi famosi sempre sovraffollati, magari vi piacerebbe allontanarvi dalle orde di turisti e trovare pace e quiete visitando destinazioni meno rinomate. Bastano 30 minuti di treno dai canali disseminati di chiatte di Amsterdam per raggiungere l’incantevole cittadina di Utrecht. A volte non serve neppure andare così lontano. Per esempio, al trafficato Parco Guell di Barcellona potreste preferire le vedute altrettanto meravigliose dalle rovine del Bunker del Carmel in cima alla collina.

5. Sfruttate al massimo ogni momento
Tutti possono trarre beneficio dal viaggiare lento. Il fatto di stare in un unico posto dà ai bambini la possibilità di esplorare veramente, mentre i genitori possono prendersi il tempo per immergersi nei dintorni e godersi la sensazione di fuga dalla vita di tutti i giorni. Persino un viaggio di lavoro può trasformarsi in un’avventura all’insegna del viaggiare lento se vi concedete qualche giorno prima o dopo il viaggio per spostarvi con un modo di trasporto alternativo o se riservate un paio di giorni per le attrazioni turistiche invece che per le sale conferenze.

E comunque non dimenticate la sicurezza!
Non dimenticate l’assicurazione se vi mettete in viaggio in auto: ricordatevi che ci sono assicurazioni auto che offrono all'interno della proprie coperture un servizio di soccorso stradale con invio del carro attrezzi. Ad esempio, con l’assicurazione auto di Genertel e l’app dedicata, è possibile chiamare il carroattrezzi 24h/24, oppure richiederne l’arrivo e farvi localizzare in automatico dall’app con un solo tap.

 

Potrebbero interessarti anche:

#Prodotti e Servizi
31/03/2022
Team Genertel
Genertel Sci, l’assicurazione istantanea per sciare
Sci e Sci+, due soluzioni di assicurazione obbligatoria e non solo
#Novità
20/10/2021
Team Genertel
Al via la nuova Genertel 100% nativa digitale
L’approccio alla mobilità sarà semplice, sicuro, conveniente e personalizzato
#Tecnologia e Innovazione
20/04/2022
Team Genertel
Sharing mobility: cos’è e come funziona in Italia
Nuova modalità di trasporto: bikesharing, scootersharing e car sharing