CODICE DI CONDOTTA

In questa sezione riportiamo il Codice di Condotta approvato dal Consiglio di Amministrazione di Genertel S.p.A. nella riunione del 25 febbraio 2013.

Il Codice di Condotta si applica a tutti i dipendenti del Gruppo Generali, ivi inclusi i componenti degli organi amministrativi. Inoltre, il Gruppo richiede anche ai terzi che agiscono per suo conto (consulenti, fornitori, agenti, ecc.) di attenersi ai principi del Codice.

Il Codice di Condotta definisce le regole di comportamento minime da osservare e fornisce specifiche regole di condotta in riferimento ai seguenti argomenti: promozione delle diversità e dell’inclusione, protezione del patrimonio aziendale, conflitti di interesse, corruzione e concussione, informativa finanziaria e trattamento delle informazioni privilegiate, antiriciclaggio, finanziamento del terrorismo e sanzioni internazionali.

Il Codice di Condotta è stato tradotto in tutte le lingue dei Paesi in cui il Gruppo opera.

Segnalazione di violazioni

Pratiche o condotte che in buona fede sono considerate inappropriate o in contrasto con la legge, il Codice di Condotta e delle sue Disposizioni attuative o di altre norme aziendali (ad esempio, discriminazione, molestie, mobbing, corruzione e concussione, ecc.) possono essere segnalate per iscritto, anche in forma anonima, alla Group Compliance (cfr. Informativa sul trattamento dei dati personali):

Pratiche o comportamenti che siano riconducibili a una della seguenti tematiche: gestione finanziaria, audit o amministrazione contabile, pratiche connesse all’utilizzo dei mezzi di pagamento, lotta alla corruzione possono essere segnalate anche attraverso la Generali Group Compliance Helpline, fornita da GCS Compliance Service Europe Ltd. (controllata di Navex Global):

Le segnalazioni devono essere sufficientemente dettagliate nella descrizione delle circostanze della presunta violazione. In caso contrario potranno non essere prese in considerazione.
Sebbene le segnalazioni anonime siano accettate, il Gruppo incoraggia i segnalanti a dichiarare la propria identità in quanto ritiene che le indagini possano essere gestite in maniera più efficace se l’identità del segnalante è nota.

Le segnalazioni, come pure i dati del segnalante e di tutti i soggetti interessati, verranno trattati con la massima riservatezza e in conformità alle vigenti disposizioni normative in materia di privacy.

Il Gruppo proibisce severamente le ritorsioni ai danni di chi effettua segnalazioni in buona fede, a prescindere dai soggetti coinvolti.

Questi canali non possono essere utilizzati per segnalazioni relative a prodotti e servizi forniti dalle società del Gruppo. Tali segnalazioni dovranno infatti essere effettuate attraverso i canali previsti e secondo le modalità indicate nei contratti e in conformità alla normativa locale.